Quartetto Neotango - I Componenti

 
Massimiliano Pitocco
(Bandoneon)
Ha studiato Fisarmonica a Parigi con il M° Max Bonnay, diplomandosi nel ‘92 al Conservatorio Nazionale Superiore. Nel ‘92 si diploma con lode in Organo a Pescara e nel ‘94 in Fisarmonica a Bari. È vincitore di numerosi concorsi internazionali di Fisarmonica, tra cui il primo premio a Castelfidardo (ed. '86 e '88) e il secondo premio alla “Coppa del Mondo” organizzata in Svizzera (ed. '89). Ha collaborato con Milva, Luis Bacalov, Ennio Morricone, Sylvano Bussotti, Gidon Kremer, Nicola Piovani, Vinicio Capossela ecc. È titolare della cattedra di Fisarmonica presso il Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma.

 

Carla Agostinello (Pianoforte)
Diplomata all'età di diciott'anni presso il Conservatorio G. Tartini di Trieste, si è poi perfezionata presso il Conservatorio "R. Korsakov" di San Pietroburgo con la M° Murina Ekaterina Aleekseevna. Ha studiato sotto la guida del M° Franco Scala e musica da camera con il M° Piernarciso Masi, Lonquich, all'Accademia Pianistica di Imola. A Trieste, ha collaborato con il Teatro "G. Verdi", il Teatro "Miela" (dove nel 1998 ha realizzato la prima rassegna dedicata al Tango di A.Piazzolla, con la partecipazione di Laura Escalada Piazzolla). Membro del quintetto Triestango fino al 1997, nel 1998 ha fondato, con il bandoneonista Massimiliano Pitocco, l'ensamble Neotango. Ha inciso tre CD dedicati al Tango. Ha collaborato con il pianista argentino Hugo Aisemberg e con il premio Oscar Luis Bacalov.Nel 1987 ha fondato, e ad oggi dirige, la "Scuola Associazione Punto Musicale" (TS).Già responsabile dei corsi del Fondo Sociale Europeo per Asolo Musica, è direttore artistico di manifestazioni musicali tra le quali si ricordano: il Festival "Il Tango da Pensare", la rassegna "Concerti in Abbazia" (Treviso) e la stagione concertistica "Note del Timavo" (TS-UD). È laureata in Filosofia presso l'Alma Mater Studiorum, Università di Bologna.



Alessandro Vavassori (Violino)
Inizia lo studio del violino a sei anni diplomandosi al conservatorio G. Nicolini di Piacenza con il M° F. Cusano. In seguito frequenta i Corsi e le Master Class di P. Vernicov, A. Lonquich, F. Cusano, A. Carfi. Collabora con diverse Orchestre quali Filarmonica della Scala, Pomeriggi Musicali, Milano Classica, Arena di Verona, Teatro Regio di Parma e dal1999 al 2001 suona nell’orchestra sinfonica di Milano “G. Verdi”. Ha suonatosotto la direzione di Abbado, Bacalov, Berio, Ceccato, Chailly, Gatti, Giergiev, Giulini, Inbal, Muti, Pretre, Rostropoviched altri. I suoi interessi musicali spaziano dal classico alla scoperta di nuove sonorità quali il tango e la musica di A.Piazzolla. Vanta partnership con bandoneonisti di fama mondiale quali:Adrover, Carrello, Stroscio, Mosalini, Pitocco. Viene chiamato dall’attore siciliano S. Lo Monaco, per l’adattamento e l'esecuzione delle musiche di scena di A. Piazzolla nello spettacolo teatrale “Enrico IV” di L. Pirandello, suonando nei più prestigiosi teatri italiani (stagione 2001/02).


Giovanni Rinaldi
(Contrabbasso)
Si è diplomato sotto la guida del M° V. Calamita presso il Conservatorio di Bari, perfezionandosi, successivamente, con i Maestri L. Salvi, G. Simoncini e Y. Goilav. Ha suonato con importanti orchestre fra cui la RAI di Milano, la Junge Schweizer Philarmonie e, in qualità di primo contrabbasso, con le orchestre Amministrazione Provinciale di Bari, Internazionale d’Italia, Nuova Scarlatti di Napoli, Teatro Massimo di Palermo e teatro Petruzzelli di Bari. Docente ai corsi Musicali estivi di Lanciano, svolge un’intensa attività solistica e cameristica. Diplomato in Direzione d’Orchestra presso l’Accademia Musicale Pescarese, ha diretto diverse formazioni tra cui le orchestre di Shoumen e Plovdiv (Bulgaria), di Satu Mare (Romania), l’orchestra della Magna Grecia di Taranto, l’orchestra del teatro Petruzzelli di Bari e l’Orchestra Sinfonica di Bari. Nel 1997, per aver diretto in prima esecuzione assoluta un brano del compositore F. Antonioni, ha ricevuto un attestato di stima dal M° Azio Corghi. Insegna contrabbasso presso il conservatorio “N. Piccinni” di Bari.